Outplacement

Una delle maggiori problematiche in momenti nei quali occorre riorganizzare il personale è la gestione del contenzioso sociale. Ciò è fonte di conflittualità esterna ed interna e di calo della quantità di tempo dedicata ad attività produttive.

Cosa è l'outplacement?

L’outplacement è uno strumento proposto da società autorizzate dal Ministero del Lavoro che permette di seguire e supportare persone in esubero, svolgendo un lavoro individuale o di gruppo volto alla riqualificazione professionale

Obiettivi dell'Outplacement

Attraverso il ricorso all’outplacement come acceleratore del processo di transizione è possibile: dal punto di vista organizzativo

  • Ridurre le eccedenze di organico
  • Diminuire la conflittualità a tutti i livelli
  • Mantenere un’immagine aziendale positiva
  • Ridurre il contenzioso dal punto di vista del lavoratore
  • Accedere a forme privatistiche e integrative di ammortizzatori sociali
  • Gestire il “trauma” della perdita del lavoro attraverso strategie di ri-motivazione
  • Rendere possibile un re-inserimento nel mercato lavorativo a breve termine

Per saperne di più, visita il sito dedicato all'outplacement, Start Again