Counseling

Cosa è il Counseling

Le forti pressioni competitive, generate da scenari di enorme incertezza e straordinaria rapidità, fanno sì che l’ambiente di lavoro sia particolarmente predisposto a generare problematicità nelle persone e nelle loro relazioni con i colleghi ed i capi.
Ed è sulle persone, operai o impiegati, top manager o venditori, che ricadono gli effetti dello scenario descritto. Si devono fare più cose, più in fretta e con meno certezze, per questo le persone non sempre riescono a far fronte alle pressioni competitive, oppure pagano prezzi notevoli, per se stesse e per l’azienda.

Come può una persona stanca, stressata e in ansia, anche se non al massimo livello possibile di queste condizioni, essere vigile, motivata, entusiasta del suo lavoro?

Obiettivi del Counseling

Il Counseling è una relazione di aiuto, tra un Cliente (un professionista o un gruppo di professionisti dell’azienda in questo caso) e il Counselor, che è una guida esperta attraverso cui la persona ritrova capacità ed energie assopite, in quel determinato momento e situazione, ma non spente.

Differenza tra Consulenza e Counseling:

Il Consulente è una figura professionale che esprime un proprio parere di competenza su un quesito prevalentemente tecnico professionale, mentre il Counselor favorisce la soluzione ad un quesito che crea disagio esistenziale e/o relazionale ad un individuo o un gruppo di individui all’interno del contesto lavorativo.

Il Counselor trasmette al Cliente la fiducia nelle proprie possibilità di cambiamento, il Cliente sperimenta, in un clima di rispetto e di riservatezza, nuove modalità di pensare e di agire.

L'intervento di Counseling di Calvelli RSP

L'intervento di Counseling di Calvelli RSP porterà all'azienda che ne avrà fatto richiesta i seguenti benefici:

  • aumentare il benessere nei luoghi di lavoro, attraverso un concreto sostegno al miglioramento personale
  • fornire un aiuto in situazioni conflittuali e di disagio
  • agevolare le relazioni e la comunicazione in azienda
  • aumentarela motivazione
  • incrementare la qualità, in termini di efficacia e di efficienza
  • ridurre l’assenteismo ed aumentare la produttività